Skip links
reclamo di prodotto

Il potenziale del reclamo di prodotto raccolto dal Servizio Consumatori

Nel suo libro “Grazie per il reclamo” Alberto Fedel sostiene che è necessario smettere di guardare le lamentele in chiave negativa perché chi reclama è un cliente attento e come tale va coltivato: dal suo reclamo può derivare un grande potenziale. Non potremmo essere più d’accordo. Noi che facciamo Customer Service da 40 anni siamo fortemente convinti che il reclamo sia per le aziende uno spunto sul quale porre attenzione con spirito critico per trarne enormi vantaggi.

reclamo di prodotto

Si tratta di un modo “alternativo” per valutare aree di miglioramento, affrontare i punti deboli, potenziare quelli di forza o addirittura scoprire nuove opportunità. Ma c’è di più. Ci sono anche i reclami “delicati”, quelli ad esempio che evidenziano la presenza di un  corpo estraneo, di una contaminazione, di una modificazione. Questi, quelli che nessuna azienda o produttore vorrebbe mai ricevere, sono un importantissimo spunto per un miglioramento della qualità. Potremmo quasi dire che chi presenta il reclamo di prodotto diventa un altro  “tester”, un valutatore che accende i riflettori su dove porre rimedio e focalizzare l’attenzione. Il consumatore che si rivolge al servizio Clienti deve essere prima di tutto rassicurato e tranquillizzato sul fatto che la sua segnalazione è gestita, che l’azienda farà controlli e gli verrà fornito un riscontro.

Dal canto nostro sappiamo che chi si occupa del Servizio Clienti deve essere professionale, disporre di competenze in materia e di tutti gli strumenti adeguati che possano aiutarlo nel raccogliere e organizzare i dati e le informazioni utili finalizzate ai controlli del caso. Nessun consumatore si sentirà rassicurato se non percepisce che effettivamente si sta cercando di indagare sull’accaduto.
Questa però è la “base” per un corretto Servizio Clienti, infatti serve di più, molto di più.

Oggi le aziende poiché più sensibili sul tema, cercano soluzioni che garantiscano anche una gestione successiva alla segnalazione del consumatore. Ovvero ritengono sia importante andare a fondo al problema, capire ad esempio se si tratta di un caso isolato o esteso; se riconducibile ad uno specifico stabilimento produttivo; se si tratta solo di un richiamo o di una potenziale allerta alimentare.

Ci sono strumenti che sanno tracciare, predisporre automatismi, inviare alert e restituire feedback corretti? Una volta che un reclamo di prodotto viene raccolto e catalogato come può essere trasferito alle persone competenti per la verifica, la gestione e soprattutto per prevenire il ripetersi del problema?
Noi aiutiamo le aziende a gestire i processi in modo efficiente. La nostra realtà, infatti, grazie ad una competenza specializzata nel customer service alimentare, ha sviluppato soluzioni tecnologiche innovative che consentono alle aziende di approfondire e analizzare a fondo ogni incidente. Il plus delle nostre soluzioni è dato proprio dal fatto che le sviluppiamo con una profonda conoscenza del settore. Sappiamo esattamente cosa facciamo perché è il nostro campo di expertise da sempre e ci impegniamo costantemente nell’innovazione e nello studio continuo per migliorare.

Con le nostre soluzioni, le aziende possono non solo gestire i reclami in modo più efficace, ma anche prevenire futuri problemi, migliorando così la qualità del servizio offerto e aumentando la soddisfazione del cliente.